Recupero delle accise sul carburante

La normativa fiscale vigente prevede la possibilità di ottenere un rimborso dell’accisa sul gasolio per forza motrice impiegato da macchine operatrici.

Il rimborso, riconosciuto dall’Agenzia delle Dogane, riguarda sia macchine operatrici fisse che semoventi, operanti all’interno di cantieri o siti produttivi, purché non omologati per la circolazione stradale o omologati con limitazioni (es. macchine movimento terra, escavatori, dumper, frantoi, gru, muletti, trituratori, ..).

L’agevolazione è riconosciuta dall’Agenzia delle Dogane, secondo quanto specificato nella Circolare 5/D, e spetta a chi acquista gasolio ed utilizza le macchine. In particolare, non è necessario che le macchine siano di proprietà dell’azienda richiedente, ma è sufficiente un regolare contratto di noleggio e/o comodato d’uso.

Il rimborso previsto dalla normativa vigente è pari al 70 per cento dell’accisa applicata dallo Stato sul gasolio consumato per la produzione di forza motrice: in base alla tipologia dei mezzi e alla destinazione d’uso degli stessi, viene quindi determinata la quantità di gasolio sul quale richiedere il rimborso previsto, che può oscillare tra il 50% fino al 100% del gasolio utilizzato.

Il rimborso sull’accisa, sulla base dei valori attuali, è di circa 0,43 € per ogni litro di gasolio effettivamente consumato. A titolo di esempio, una macchina operatrice che consumi circa 20.000 litri di gasolio l’anno ha la possibilità di ottenere circa 5.000,00 € di rimborso.

Per usufruire dei rimborsi la società interessata deve fare installare da tecnico abilitato su ogni mezzo interessato un dispositivo di lettura delle ore di utilizzo e giri motore (c.d. contatore).

Per determinare la convenienza è sufficiente analizzare pochi dati, inerenti l’attività dell’azienda (tipologia e modello dei mezzi e l’uso a cui sono dedicati; consumi medi annui di ogni singolo mezzo).

Con questi dati la nostra azienda sarà quindi in grado di formulare una prima analisi di costi e ricavi per valutare quali siano i mezzi più interessanti su cui installare il contatore ed attivare il relativo servizio di recupero accise.

Per una corretta valutazione della fattibilità è sufficiente richiedere il formulario, che sarà inviato tramite e-mail senza impegno accompagnato, su richiesta, dall’assistenza di un nostro consulente di zona per un’analisi approfondita. 

GuardOne Italia offre al Cliente un pacchetto completo che comprende:

  • studio di fattibilità e valutazione della convenienza economica per ogni mezzo;
  • fornitura, installazione sulla macchina operatrice e taratura di prodotto omologato come da normativa;
  • raccolta della documentazione necessaria alla presentazione dell’istanza all’agenzia delle dogane competente;
  • affiancamento durante il collaudo e sigillo dell’apparato da parte dei funzionari dell’agenzia delle dogane;
  • trasmissione remota dei dati dalla centralina installata sulla macchina operatrice ai server WEB, con compilazione dei registri obbligatori;
  • gestione delle pratiche di rimborso periodiche.

In collaborazione con società partner può occuparsi anche della gestione della carbon tax ai fini del recupero dell’accise da parte di società di trasporto.

Proponiamo di seguito alcuni documenti relativi alle norme e alle disposizioni in materia. Si tratta nello specifico della circolare 33/D del 15 settembre 2006 (relativa alle agevolazione con riduzione del 70% dell’accisa gravante sul gasolio), della circolare 5/D del 12 marzo 2010 (relativa agli impieghi degli oli minerali che comportano l’esenzione dell’accisa o l’applicazione di un’aliquota ridotta) e della circolare 25/D dell’11 agosto 2011 (relativa alla determinazione delle agevolazioni dovute).

Circolare 33/D del 15 settembre 2006

Circolare 5/D del 12 marzo 2010

Circolare 25D dell’11 agosto 2011

Richiedi un preventivo

I campi segnati con * sono obbligatori

Nome *

Cognome *

E-mail*

Telefono